Parliamo di libri, arte, cinema e cultura. Promuoviamo gli autori che desiderano pubblicizzare un libro e promuovere un libro. Offriamo servizi editoriali.





La distanza di un bacio

La distanza di un bacio



129 Flares 129 Flares ×

La distanza di un bacio. Interminabili paure all´asta. Ricordi, ti dimentichi sempre di prenderli con le pinze. Un bacio é una promessa. Non sappiamo mai cosa vogliamo essere, ci basta il noi davanti, prendere una scelta, avere delle risposte provvisorie convinti siano per il sempre. Cos´é il sempre? La distanza di un bacio.

Ci pensiamo tutti al sempre, anche chi pensa solo ad oggi ci pensa, oggi é il suo piccolo sempre da proteggere. Guai chi disturba. Tutta la matematica si basa su delle regole certe, quasi tutta la vita si basa su regole relative, approssimative, controvertibili, ignorabili, da forzare, accantonare, ripudiare. Ecco perché i nostri conti non tornano. Nessuna razionalitá vale quanto il disastro cosmico delle variabili impazzite alla base dei calcoli. Io ti guardo e un po´mi ci rivedo, tu odi la matematica ma ora sei con il tuo problema e con una soluzione che é ammessa, di piú, che sembra rispondere a tutti i problemi. Io sono la tua soluzione, tu la mia. Ti muovi leggera e gesticoli e sorridi. Ti fermi per un “mi stai ascoltando?” e poi mi elenchi tutte le cose che ti son successe, fino ad arrivare alle piú piccole, fino a ritenerti soddisfatta. Mi prendi il viso tra le mani. Non ti sapevo cosí coraggiosa.

Sei il mio piccolo impero. Non é vero che tutto ció che non uccide fortifica, alle volte ció che non uccide ferisce e ferisce ancora, e ogni volta é un andare piú a fondo. E morire sarebbe un sollievo. Tu hai estratto i pezzi di dolore dalla mia pelle, li hai recuperati e messi in un bicchiere ché io possa guardare il mio passato senza sentirlo dentro. Hai lenito, sento la tua aria soffiare sopra cicatrici valorose, mi ricorda il tuo sapore, mi ricorda che non fa piú male. E mentre mi davi importanza, mentre tornavo ad essere sicuro, tu non eri di nessuno. Facevi l´ape operaia per ricostruirmi. Ho capito che sei il mio piccolo impero e son andato a conquistarti e tu non aspettavi altro da molto tempo. Sono venuto ad ascoltare quello che non hai mai detto a nessuno per aiutarti a capire meglio chi sei in questo noi.

Ci sono quelli che arrivano in ritardo, che si innamorano di chi non c´é piú, e proprio per quello, quelli che hanno le rivelazioni, il mondo che cade addosso e le palpitazioni comandate come le feste. Io ti amo adesso. E  son in anticipo sul futuro. Perché tu sei il posto dove posso finire in qualsiasi momento senza temere, perché tu sei un pensiero tridimensionale ovunque da abbracciare per i fianchi, una mappa, una scarpa da calzare e partire, un cartello “chiuso” da girare e far diventare “aperto”, un ascensore a queste mani, e capelli autunnali in cui impigliarsi.

Quel dolore in fondo allo stomaco quando non ci capiamo, quando siamo su strade diverse, quelle risa apparecchiate sulle cose stupide su cui potremmo scrivere libri, quelle facce stampate che non riconosciamo piú ora che tutti i se ci sono finiti dentro, quelle piazze piene di manifestanti dentro al cuore e le formule per arrivare a risultati che saranno nuove formule. Il tempo. Quelle ripetitive storie sverniciate che ci raccontiamo del nostro passato. Le notti da salvare mentre noi svenuti ci baciavamo sovraimpressi su qualche cielo zuppo di stelle.  Il tuo odore. Disegni fatti al telefono. I tuoi miracoli. Da qualche parte, a pari meriti nel modo piú  pretenzioso e non in bilico, a sfogliare il tempo senza paura.

Tutto si allontana e avvicina come le maree che danno da bere ai nostri sogni. Tu, tu che mi chiedi ancora cosa sei. Ed io che dico quel che giá sai. La distanza di un bacio.

 



Cosa ne pensi? (2 voti, media: 4,50
   
Loading...Loading...


Fabio Pinna

Poeta, scrittore. Scrivere è la cosa più bella che so fare.
Con l´amore per le parole ho fondato e dirigo Leggere a Colori.

Biografia & Social Links ->  clicca qui

Fabio Pinna

@fabiopinna

Ho scritto qualche libro, non ne ho scritto altri cento. Per risparmiarvi. Ho fondato e dirigo @LeggereAColori.
Recensione di Una storia di bugie dorate di Barbara Freethy http://t.co/MZitp51bWO - 3 ore ago
Fabio Pinna
Fabio Pinna

Ultimi articoli di Fabio Pinna (vedi tutti)





Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

129 Flares Facebook 124 Google+ 2 Twitter 2 LinkedIn 1 Pin It Share 0 Email -- 129 Flares ×