STAI LEGGENDO:

Recensione di Un disastro chiamato amore di Chiara...

Recensione di Un disastro chiamato amore di Chiara Giacobelli

Giurista ed aspirante criminologa. Nell’attesa alle prese con le nuove frontiere della tecnologia nell’active ageing, TV series addicted ma soprattutto lettrice onnivoro-compulsiva.

  1. […] Un disastro chiamato amore, il romanzo d’esordio di Chiara Giacobelli, edito da Leggereditore, è liberamente ispirato a una serie di personaggi realmente conosciuti dall’autrice: da Maria Luisa Spaziani ai figli di Audrey Hepburn, da Marta Marzotto a Rossana Podestà, fino ai grandi registi e sceneggiatori della Commedia all’Italiana, quali Furio Scarpelli, Ettore Scola e Mario Monicelli. Definito da diversi giornalisti e blogger come «il romanzo più divertente dell’estate 2016», tra le pagine fitte di ironia scritte da Chiara Giacobelli non va trascurato il messaggio sociale di speranza che si cela tra le sue righe. Un disastro chiamato amore è infatti il frutto di una terapia del sorriso seguita dall’autrice durante un periodo di malattia, un percorso che l’ha portata non solo a scrivere queste pagine, ma anche alla soddisfazione di vedere il suo romanzo disponibile nella Ludoteca del reparto di Oncologia dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, un’eccellenza a livello europeo, proprio per allietare i pazienti e i genitori attraverso la lettura del sorriso. Un riconoscimento prezioso del lavoro svolto da Chiara insieme a medici, psicologici e terapeuti del sorriso, che senza dubbio con romanzo ha raggiunto il suo obiettivo. […]

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!