Anteprime

Chilometri da casa di Nicola Vitale

By Deborah Giorgi

November 07, 2017

 

Disponibile dal 7 novembre

In libreria da oggi Chilometri da casa, l’originale nuova opera di Nicola Vitale, edito Mondadori.

Nicola Vitale è poeta e pittore e in questo nuovo libro – un vero e proprio poema – convoca, tra le innumerevoli immagini che ci offre, anche l’irrinunciabile presenza degli artefici di una dimensione estetica, nel suo coesistere di verità e bellezza, in un tempo che ci trascina altrove, verso illusorie soluzioni. Compaiono le figure di Hopper e Leopardi, ma soprattutto ci avvince la ricerca, nel pensiero attivo del poeta, di un’esistenza che sia più umanamente o naturalmente affabile, dove ogni gesto o sentimento possa in sé contenere «una cosa qualunque che rimane» e che dunque conforti la nostra spesso vanificata attesa di senso. Vitale si apre a un flusso del dire che è flusso della sua meditazione sull’esserci, dentro una realtà che, esaurita la spinta verso il nuovo, ristagna nella banalità dei suoi meccanismi sociali, di affermazioni e potere. E compone un’opera che è anche di sorprendente originalità per la sua forma. Un poema, appunto, che alterna versi e passaggi in prosa, realizzando una musica poetica fondata su una limpidezza comunicativa della parola. Ma il “messaggio” centrale di Chilometri da casa è nel bisogno di una nuova apertura. Pure in presenza della nostra «irrimediabile coscienza dell’impermanente», il tema forte è questo: «occorre ricominciare», perché comunque, sempre, una rinascita è attesa, «tutto è pronto / per la partenza / di un nuovo cuore». La non comune bellezza di questo libro sta dunque nell’energia pacata di un pensiero poetico speciale, che ci invoglia a sostare ad ogni suo passaggio, ad ogni pagina, per confrontarci vivamente con la parola dell’autore.

Nicola Vitale (Milano 1956) ha pubblicato le raccolte di poesia Progresso nelle nostre voci (Mondadori 1998), La forma innocente (Stampa 2001), Condominio delle sorprese(Mondadori 2008, premi Rhegium Julii e Laurentum); il romanzo Il dodicesimo mese(2016) e vari saggi, tra i quali Figura solare (2011), Arte come rimedio (2013), La “solarità” nella pittura, da Hopper alle nuove generazioni (2016), Arte classica, moderna e contemporanea (2017).