Categoria: blu

Recensione di Rio di Carlos Saldanha

rio-locandina-italianaDai creatori de "L'Era Glaciale". Questa volta ci portano nella caldissima Rio de Janeiro per una storia di formazione adatta ai più piccoli, ma piacevole anche per un pubblico più adulto. Perchè, diciamolo pure, non c'è proprio nulla di male a tornare bambini solo per un paio di orette ed alle volte anche un cartone animato può essere l'antidoto ad una giornata un pò faticosa.

Ed allora, signore e signori, vai con il samba!!

"Rio" racconta la storia di Blu, ultimo esemplare maschio di ara macao.Rapito da piccolo dai trafficanti di uccelli rari e portato in America, viene ritrovato dopo una serie di coincidenze da Linda, che lo crescerà sedentario e viziatissimo. Trascorsi 15 anni Linda e Blu vengono contattati da Tulio, eccentrico ornitologo e convinti a trasferirsi a Rio per far accoppiare Blu con Gioiel, femmina di ara macao e garantire così il proseguimento della specie. A Rio Blu vivrà una serie di incredibili avventure, scoprendo finalmente le sue origini e la sua vera natura.

Una sceneggiatura di impianto "classico" che fa da sfondo a parecchie pellicole animate viene trattata qui in maniera davvero divertente. Visivamente "Rio" è quello che si definisce una festa per gli occhi. Immagini nitidissime e colori brillanti lo fanno assomigliare ad un quadro tecnologico entro cui si muovono personaggi davvero simpatici. A partire ovviamente da Blu, pappagallo non integrato con i suoi simili, abituato ad ogni genere di confort e Gioiel, pappagallina selvaggia ed indipendente di cui Blu finirà ovviamente con l'innamorarsi tra una fuga ed una parata durante il Carnevale. Con loro una serie di comprimari spassosissimi. Bobo il tucano, che spiegherà a Rio la magia del volo, il cane Luiz dall'anima di Carmen Miranda ed il cattivissimo Miguel, pappagallo terrore di uomini e animali, brillantemente doppiato da Mario Biondi. Simpatici anche i personaggi umani. Linda, che scoprirà enormi affinità con Tullio, eccentrico e tenero, nonchè i due imbranatissimi criminali, assistenti del crudele trafficante di uccelli rari.

Spassoso, spensierato e brillante è caratterizzato da alcune scene davvero degne di nota. Bellissima la prima "esperienza di volo " (è totalmente incapace di volare) di Blu sul Cristo Redentore; la maldestra dichiarazione a Gioiel sul Bonde, tram giallo che risale sulla città è un momento più romantico e tenero rispetto a tanti film romantici, la parata finale del Carnevale è un trionfo di colori. Con una colonna sonora veramente scoppiettante, "Rio" però non dimentica i messaggi di sottolineare la necessità di lasciar vivere gli animali nel loro habitat naturale, ma soprattutto l'importanza della famiglia come ambiente per la formazione dell'individuo.

Davvero una boccata di aria fresca.

Ilaria

Twitter:@newmoon

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!