Categoria: Born to run

Recensione di Born to run di Bruce Springsteen

Bruce Springsteen apre la porta di casa e invita i lettori a entrare, a spiare nei cassetti, a rispolverare i vecchi album di famiglia. Con la schiettezza e la complicità di una conversazione tra amici, la star internazionale si siede tra la gente e si mette a nudo raccontando la sua vita in Born to run, dalle umili origini alla celebrità, dalle restrizioni al successo.

La penna di Bruce volteggia nella pagina e apre la vicenda con la descrizione di Freehold, New Jersey, un quartiere trasandato e rischioso, ma al contempo capace di esprimere una certa magia. È qui che vivono gli Springsteen, una famiglia americana nel passaporto ma italo-irlandese nel sangue. Bruce cresce lontano dall’agiatezza e, con candida sincerità, descrive i lavori precari del padre, i continui trasferimenti causati da problemi finanziari, la trascuratezza dell’igiene a casa dei nonni e le tante, troppe privazioni.

Springsteen racconta del rapporto intenso e speciale con la madre, il caposaldo della famiglia, una donna forte che lui sceglie di descrivere con queste parole:

Sincerità, coerenza, professionalità, cortesia, pietà, educazione, sollecitudine, orgoglio, onore, amore, fede nella e fedeltà alla famiglia, impegno, entusiasmo per il lavoro e un’insaziabile fame di vita. Sono alcune delle lezioni che ho imparato da mia madre e che ancora oggi mi sforzo di mettere in pratica.

Il rapporto tra Bruce e il padre è invece burrascoso, un pericoloso valzer tra rispetto e ribellione, una violenta alternanza di odio e amore. Il giovane Springsteen ancora non può immaginarlo, ma quel delicato legame sarà una preziosa fonte di ispirazione durante la carriera musicale.

È il 1956 quando un singolare episodio stravolge irrimediabilmente la vita di Bruce: Elvis Presley debutta all’Ed Sullivan Show. Incollato alla televisione, totalmente rapito da quell’uomo e dalla sua chitarra, Bruce sente crescere il fervore di una passione fino a quel momento sconosciuta. È il suo Big Bang. È il suo improvviso ingresso nel mondo della Musica. Poco tempo dopo, grazie al prezioso aiuto di sua madre, Bruce noleggia la sua prima chitarra e imbocca una strada in salita, fatta di insuccessi e soddisfazioni, di figuracce e progressi, di dedizione e sacrificio. Springsteen non sa cosa troverà alla fine del suo percorso, ma di una cosa è certo, di essere born to run.

Approfondimento

È il 2009 quando Bruce decide di posare il plettro e impugnare la penna. Dopo sette anni di lavoro, la biografia firmata Springsteen sale sul palco delle librerie di mezzo mondo, pronta a esibirsi nel suo assolo.

Pagine terse di vita privata, di sentimenti, di esperienze, di sofferenze e di partite vinte. Un sottile tratto di penna biro unisce i punti fondamentali della vita di Springsteen, svelando ai lettori una sorprendente chiave di lettura.

Bruce sceglie toni colloquiali e diretti, si racconta senza filtri, divertendosi a parlare anche dei numerosi insuccessi, delle esibizioni imbarazzanti, dei gruppi con cui ha cercato per anni, invano, di sfondare.

Unica critica nei confronti di Born to run è il suo carattere eccessivamente descrittivo. Springsteen indugia su ogni dettaglio, descrive morbosamente ciascuna situazione, assumendo un carattere quasi logorroico. Questo sicuramente riscontra l’entusiasmo dei fan, desiderosi di cogliere anche la minima sfumatura, ma rischia di annoiare gli altri lettori.

La biografia di The Boss, uno degli artisti più affermati del panorama musicale moderno, cela tra le sue pagine un importante messaggio: con la dedizione è possibile raggiungere qualsivoglia obiettivo. Bruce ha da sempre un grande dono, un talento che gli scorre nelle vene, ma solo grazie alle notti insonni, passate massacrandosi i polpastrelli sulle corde della chitarra, è riuscito a diventare un grande musicista.

Born to run, un libro destinato a ripercorrere i passi di uno dei più famosi album di Springsteen.

Dovevo realizzare un disco che incarnasse ciò che poco alla volta avevo dimostrato di saper fare. Qualcosa di epico e straordinario, qualcosa di mai sentito prima. Di strada ne avevo già fatta ma, proprio come quella mattina di tanti anni prima nel cortile di mia nonna, avevo ricominciato a fiutare la preda. Per il nuovo album avevo scritto una sola canzone. Si intitolava Born to Run.

abc

Born to run di Bruce Springsteen

Dal 27 settembre in libreria

È appena arrivata in tutte le librerie pubblicata in contemporanea mondiale Born to run, l’autobiografia di Bruce Springsteen edita in Italia da Mondadori. Per tutti i suoi estimatori - ma non solo - con un’opera di questo genere il Boss ci ha già fatto un regalo unico. Ma Bruce Springsteen non si accontenta, tanto che si può dire che è riuscito a farsi in due per i suoi fan. Infatti, oltre all’autobiografia, il 23 settembre è uscito anche l’album “Chapter and Verse”, con cinque brani inediti, per Columbia Records/Sony Music. Mondadori Store celebra questa doppia uscita con un imperdibile concorso, realizzato in collaborazione con Sony Music Italy e Mondadori Libri, che permetterà di vincere una chitarra Fender Telecaster American Standard provata e autografata da Bruce Springsteen. Infine, per festeggiare insieme a tutti i fan di Springsteen l’autobiografia, Born to run, e l’album, Chapter and Verse, 5 eventi a Milano, Roma, Bologna, Padova e Torino, con ospiti d’eccezione, spettacolo e anche tanta musica. Ma vediamo meglio di che si tratta.

L’autobiografia Born to Run

«C’è qualcosa di strano nel raccontarsi per iscritto... Tuttavia, c’è una promessa che l’autore di un libro come questo fa al lettore: aprirgli la propria mente. È quanto ho cercato di fare in queste pagine.» - Bruce Springsteen

Nel 2009 Bruce Springsteen e la E Street Band si esibirono al Super Bowl: l’esperienza fu talmente entusiasmante che Bruce decise di metterla su carta. Nasce così questa straordinaria autobiografia, a cui Bruce ha dedicato gli ultimi sette anni e dove ritroviamo tutta la sincerità, l’ironia e l’originalità a cui ci ha abituato con le sue canzoni. Ci racconta la sua infanzia a Freehold, nel New Jersey, un luogo pieno di poesia ma anche di potenziali rischi, destinato ad alimentare la sua immaginazione, fino al momento che Bruce chiama «Big Bang»: il debutto di Elvis Presley all’«Ed Sullivan Show». Descrive il suo desiderio incontenibile di diventare un musicista, gli esordi come re delle bar band ad Asbury Park e la nascita della E Street Band. Con candore disarmante, per la prima volta Bruce illustra i tormenti interiori che hanno ispirato i suoi capolavori, a cominciare proprio da Born to Run, un brano che qui si rivela più complesso di quanto immaginassimo. È una lettura illuminante per chiunque ami Bruce Springsteen, ma è molto più del memoir di una rockstar leggendaria: è un libro per spiriti pratici e inguaribili sognatori, per genitori e figli, per innamorati e cuori solitari, per artisti, fricchettoni e chiunque voglia essere battezzato nel sacro fiume del rock. È raro che un artista racconti la propria storia in maniera così intensa e dettagliata. Come in tante delle sue canzoni (Thunder Road, Badlands, Darkness on the Edge of Town, The River, Born in the USA, The Rising e The Ghost of Tom Joad, per citarne solo alcune), nell’autobiografia di Bruce Springsteen troviamo l’ispirazione di un autore unico e la saggezza di un uomo che ha riflettuto a fondo sulle proprie esperienze.

Bruce Springsteen è stato ammesso alla Rock and Roll Hall of Fame, alla Songwriters Hall of Fame e alla New Jersey Hall of Fame. Vincitore di venti Grammy Awards e di un Oscar, ha ricevuto il Kennedy Center Honors. Vive nel New Jersey con la sua famiglia.

L’album Chapter and Verse

bruce_chapter_and_verse_album-cover-106922700Chapter and Verse, l’album che accompagna l’autobiografia Born to Run, è uscito il 23 settembre per Columbia Records/Sony Music. La raccolta, che abbraccia l’intera carriera dell’artista, contiene cinque brani che non sono mai stati pubblicati finora. E’ disponibile in formato CD, doppio LP, download digitale e streaming. Il CD e il doppio LP contengono i testi delle canzoni e alcune foto rare. I brani di Chapter and Verse, 18 in totale, riflettono i temi e le sezioni del libro Born to Run. La raccolta inizia con due brani dei Castiles, che vedono uno Springsteen adolescente alla voce e alla chitarra, e si chiude con la title track di “Wrecking Ball” datata 2012. Le canzoni del disco tracciano la storia musicale di Bruce dai suoi esordi e raccontano una storia che procede in parallelo con la narrazione del libro. Nelle incisioni degli Steel Mill e della Bruce Springsteen Band suonano musicisti che sarebbero poi entrati nelle fila della E Street Band. I demo solisti di “Henry Boy” e “Growin’ Up” sono stati realizzati nel 1972, poco prima che Springsteen iniziasse a registrare il suo album di debutto, Greetings From Asbury Park, N.J.

Il Concorso di Mondadori Store

Mondadori Store, il più esteso network di librerie presente in Italia, in collaborazione con Mondadori Libri e con Sony Music Italy, mette in palio una chitarra Fender Telecaster American Standard provata e autografata da Springsteen in persona. Per partecipare al concorso è necessario pre-acquistare o acquistare il libro insieme al CD o all’LP esclusivamente nei Mondadori Store aderenti all’iniziativa o sul sito mondadoristore.it. Bisogna poi accedere entro il 20 ottobre 2016 al sito eventi.mondadoristore.it e seguire le istruzioni. Il premio verrà consegnato al fortunato vincitore insieme a un certificato di autenticità. La chitarra è in mostra a Milano nel Mondadori Megastore di Piazza Duomo e arriverà anche nei Mondadori Store di Bologna, Padova e Torino, nel corso di tre eventi speciali dedicati a Bruce Springsteen. Infine resterà in esposizione nel Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano fino al termine del contest.

Tutte le informazioni sul sito eventi.mondadoristore.it.

Gli eventi

Sono 5 in totale gli eventi per festeggiare l’uscita dell’autobiografia Born to Run e dell’album Chapter and Verse. Si parte con Eataly e due eventi di eccezione. Il primo a Milano, domani, giovedì 29 settembre presso Eataly Smeraldo a partire dalle 20.00. Il secondo a Roma, domenica 2 ottobre presso Eataly Ostiense a partire dalle 18.00. Due serate uniche, con ospiti, spettacolo e musica. Cuore dell’evento sarà il reading dell’autobiografia Born to Run realizzato dal grande Giuseppe Battiston. A Milano interverranno la giornalista Marina Petrillo e a Roma Gino Castaldo. Ma non finisce qui perché tra il 3 e il 6 ottobre la Fender Telecaster American Standard autografata da Bruce Springsteen arriverà nei Mondadori Store di Bologna, Padova e Torino, dove resterà in esposizione per una giornata. Per l’occasione in ogni città sarà organizzato un evento dedicato all’autobiografia Born to Run e all’album Chapter and Verse. Protagonisti di questi tre eventi saranno l’attore comico Antonio Ornano, autori, artisti e fan d’eccezione.

Tutte le informazioni su librimondadori.it.

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!