Categoria: Cercando Grace Kelly

Recensione di Cercando Grace Kelly di Michael Callahan

Si chiese se Grace Kelly si fosse mai seduta in quella sala ad ascoltare un'altra ragazza che cantava, se anche lei avesse mai avuto tante cose su cui riflettere e si fosse chiesta qual era la porta giusta da aprire, la strada da imboccare. In definitiva, quale sarebbe stata la sua vita.

Come tutte le ragazze del Barbizon Hotel, anche Laura è affascinata da Grace Kelly, che del Barbizon è considerata il simbolo per eccellenza, fin da quando vi aveva vissuto all'inizio della sua carriera. Lo stesso avviene per Dolly e Vivian, che, come Laura, giungono a New York nell'estate del 1955 in cerca del loro posto all'interno dell'alta società americana.

Laura lavora nella redazione di Madamoiselle, una rivista di moda, ma il suo sogno nel cassetto è diventare una scrittrice professionista. Dolly fa la segretaria, ma ciò che desidera più di ogni altra cosa è sposare l'amore della sua vita, che peraltro non ha ancora incontrato. Vivian vende sigari in un locale notturno ma vorrebbe fare la cantante.

Mentre Laura attirerà l’attenzione di un ricco scapolo americano, pur continuando a pensare a Pete, un giovane scrittore che le ha infiammato il cuore, Vivian dovrà fare i conti con un amante piuttosto violento. Dolly invece, continuerà a sognare il grande amore e un romantico matrimonio in stile fiabesco. E se la frenesia della vita di società degli anni '50 fa da sfondo all'intero romanzo, il finale improvviso la conclude, sigillando così le scelte delle protagoniste.

Cercando Grace Kelly è un romanzo dallo stile scorrevole che appassiona già dalle prime pagine. Michael Callahan è in grado di far scivolare il lettore in una New York degli anni Cinquanta perfettamente descritta, con passione e precisione, in ogni suo particolare. Così come le tre protagoniste, sapientemente tratteggiate nei loro caratteri così diversi tra loro, ma che hanno in comune le stesse aspirazioni e desideri che può avere anche una giovane donna del nostro tempo. Il lettore è conquistato dalla pulizia dello stile e dalla sorprendente fluidità degli eventi narrati fino a quelli finali, spiazzanti e commoventi, che lasciano nel cuore il desiderio che la vita sia, più che di ogni altra cosa, piena di speranza.

 
[instagram url=https://www.instagram.com/p/BIYAt49h2T6/ hidecaption=true width=330]
 

Approfondimento

L'amore di Callahan per New York emana da ogni pagina di Cercando Grace Kelly: le descrizioni minuziose degli ambienti, le pennellate di parole che usa per descrivere i personaggi, i particolari degli abiti indossati e dei locali alla moda regalano un'atmosfera che si contorna della magia tipica di chi vive visceralmente una metropoli. Lo stesso accade per le protagoniste – soprattutto Laura – che di New York si innamorano, “la splendida, meravigliosa, inebriante New York che brulica di vita”.

È in fondo quello che accade quando si parte per un viaggio a lungo anelato: tutto sembra irresistibile, magico, assolutamente perfetto. È solo a poco a poco che l'incanto lascia di nuovo il posto alla realtà, coi suoi difetti e gli imprevisti. New York è per le tre protagoniste quello che per Alice era il paese delle meraviglie: e anch'esse, alla fine, si risvegliano, portando con loro ricordi e nuove consapevolezze.

Mary Plazzi

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!