Categoria: Joshilyn Jackson

Recensione di Tanto tempo fa, proprio adesso di Joshilyn Jackson

Quella madre in costante cambiamento è da sempre l'unica presenza certa della mia vita.

È nata blu, per questo si chiama Kali Jai, in onore della dea madre hindu portatrice di speranza e rinnovamento, ma tutti la conoscono come Paula. Sua madre Kai, invece, di nomi ne cambia tanti, per scelta. Entrambe sempre in fuga verso nuovi posti, sorrette dal fidanzato di turno di Kai; una vita itinerante senza meta e come unico scopo la sopravvivenza.

Paula diventa così donna ma non madre a sua volta: una famiglia lei proprio non la vuole, è troppo occupata a riscattarsi nel mondo. Paula è un temutissimo avvocato divorzista, socia di un prestigioso studio nel cuore di Atlanta. La sua vita è fatta di lavoro, le uniche distrazioni sono le storie senza complicazioni che si regala quando ne ha voglia. Ogni più piccolo particolare, dalle scarpe al rossetto, è quotidianamente funzionale alla sua rivincita nel mondo. Ma Paula mai dimentica di essere Kali, ne è intimamente pervasa. E nonostante abbia consapevolmente scelto di essere sola, di circondarsi solo dei suoi due soci, del fidato investigatore Birdwine e del sordo gatto Henry, la sua famiglia le busserà presto alla porta: scoprirà di avere un fratello (Julian) e, successivamente, una sorella (Hana). Lei e Julian cercheranno Hana con tutte le loro forze. Sarà una ricerca incessante e viva come mai Paula si era sentita. La aiuterà Birdwine, che lei stessa scoprirà d'amare, così come lui ama lei, e in un frenetico tira e molla chiuderanno il cerchio non solo della loro storia ma delle loro reciproche esistenze.

Tanto tempo fa, proprio adesso è l'incipit di ogni storia che Kai racconta a Paula e, attraverso le sue storie fantastiche, Kai insegna a Paula la vita. Tanto tempo fa, proprio adesso è un romanzo profondo e impetuoso, costruito magistralmente, intelligente, illuminante, pieno di metafore, ricco di rimandi. Sono pagine che commuovono e fanno riflettere su come, anche quando non si vorrebbe e, anzi, anche quando si decide di zittire il cuore per sempre, si scopre come l'unico vero e prepotente motore di ogni nostro più piccolo gesto o pensiero sia l'amore.

 Approfondimento

Paula è tanto acuta e arguta nel suo lavoro quanto glaciale e scostante nei rapporti interpersonali. Niente sembra scalfirla o intimorirla. Niente tranne Kai. Kai è la ragione di tutto, Kai è il senso di Paula e Paula è il senso di Kai. Ma Paula ha un tormento grande: ha tradito Kai. La chiamata al 911 l'ha divisa da Kai: ha fatto conoscere a Kai la prigione e a Paula i servizi sociali. Paula è in debito con Kai, per questo ogni 15 del mese stacca un assegno a suo favore, per pagare il suo debito o, forse, per dare un po' di pace alla sua anima, perché quella chiamata ha tolto a Kai e a Paula allo stesso modo: ha tolto a Kai la libertà e l'ha costretta a separarsi da suo figlio e ha privato Paula per sempre di sua madre, della loro confidenza, della loro unicità.

Julian, il figlio da cui Kai ha dovuto separarsi, cerca Paula ed è per lei una boccata d'amore e di famiglia che le sono sconosciuti. Insieme cercano Hana e la ricerca di questa ragazzina abbatte ogni barriera, ogni reticenza della glaciale Paula fino a farla scoprire umana e fragile e bisognosa di amare ed essere amata come di respirare, di correre e perdersi in un abbraccio fino ad annullarsi. Hana è l'ultimo regalo di Kai, l'ultima storia che Kai le racconta ma in silenzio, da lontano. Paula e Hana sono due ma, in realtà, sono una: le loro vite si intrecciano così tanto da perderne i confini e Paula vivrà una seconda vita con Hana e per Hana, allontanandosi da Paula e tendendo la mano a Kali, per sempre.

Adele Marra

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!