Categoria: la bambola di porcellana

Recensione di La bambola di porcellana di Maxence Fermine

Malo, dopo il ritorno dal Regno delle Ombre e la conoscenza di Lili, la piccola mercante di sogni dallo sguardo d’oro che occupa tutti i suoi pensieri, trascorre la festa del Ringraziamento con i suoi genitori a Edimburgo. Mentre il padre, avvocato di successo, partecipa al Congresso dei portatori di cravatte e la madre fa shopping compulsivo per le vie del centro, Malo decide di godersi i divertimenti del lunapark vicino l’albergo dove alloggiano.

In questo mondo magico, incontra due misteriosi nani. Incuriosito, li segue all’interno di un labirinto che lo porta nel Palazzo di Ghiaccio, un nuovo Regno delle Ombre. Attraverso la porta di questo nuovo mondo, Malo in una notte di tempesta scopre il palazzo di Sir Luke. Sir Luke è un personaggio malvagio, costruttore di giocattoli a cui da vita ma che tiene prigionieri e tutti per se per sconfiggere la sua solitudine. Malo è fatto prigioniero da Sir Luke e nel palazzo scuro (Darkhouse) incontra, Louison, una bellissima bambola di porcellana, anche lei segregata da qualche tempo e soggetta a un interesse morboso da parte del suo “padrone”.

I due decidono di fuggire sfidando la cattiveria di Sir Luke e di alcuni giocattoli ormai soggiogati a lui. Durante la rocambolesca fuga incontrano Lili, il gatto Chamberlain e il professor Septimus.  Il titolo del fantasioso racconto breve di Maxence Fermine, La bambola di porcellana (Bompiani, 2014), sequel di La piccola mercante di sogni (Bompiani, 2013),  è un viaggio fantasioso e avventuroso con un doppio percorso metaforico: la discesa verso gli inferi, verso il palazzo di Ghiaccio, all’interno del palazzo scuro di Sir Luke e la salita verso la luce, verso la vita, all’uscita degli specchi deformanti, dove Malo ritrova sua madre ad attenderlo.

In questo mondo convenzionale di fantasia infantile, ben strutturato, in cui molti sono i riferimenti ad Alice nel paese delle meraviglie il divertimento nel lunapark o la presa in giro dei due buffi nani s’intreccia sapientemente con la paura di mago. Dopo La piccola mercante di sogni e la bambola di porcellana  siamo in attesa adesso del prossimo avvincente capitolo delle avventure di Malo.

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!