Categoria: L’emozione in ogni passo

Recensione di L’emozione in ogni passo di Fioly Bocca

In un inaspettatamente nuvoloso mattino di giugno, Alma stringe i lacci degli scarponi che la accompagneranno lungo l'intenso cammino di Santiago de Compostela. Pronta a partire, senza cellulare ma con un diario di memorie e un libro di Coelho nello zaino, percepisce la sensazione perfetta di essere alle soglie di un nuovo inizio, di una seconda possibilità.

Sulle spalle, tuttavia, non porta solo l'essenziale per il cammino: sul suo cuore grava infatti il malinconico fardello di un amore apparentemente perduto, distante ma ancora vivo e palpitante sotto la facciata di un addio. Nella mente di Alma, occhi “neri come canne di fucile”, capelli scompigliati e una bocca morbida; un uomo che “somiglia alle cose che dice”, dalla grandezza di chi sa qual è il suo posto nel mondo.

Malinconica pellegrina in bilico tra speranza e accettazione, la donna ricerca nelle tappe del proprio percorso l'eco dei passi dell'uomo che ha amato, inconscia del fatto che proprio lui, a distanza di qualche giorno, segue il suo stesso itinerario. Tra le pieghe del destino si dipana quindi un articolato gioco di coincidenze mancate, di incontri sfiorati, sul filo dei pensieri di due anime legate che tuttavia, paradossalmente, non riescono a ritrovarsi.

All'interno di un delicato inseguimento costellato di simboliche convergenze Alma aprirà infine le braccia ad accogliere il senso profondo del suo cammino, catartica ricerca che non assolve il proprio scopo nella meta quanto nel suo stesso divenire, nel sudore e nella fatica, nella salita e nell'ammissione del dolore, fisico e morale. Ed è proprio attraverso il dolore che comprenderà nella sua nuova realtà lo splendido dono della solidarietà e dell'amicizia, incarnate nella figura di Frida, anima parimenti smarrita nella perdita di un amore strappato precocemente alla vita e concentrata nell'amaro compito di pronunciare un simbolico e, a differenza di Alma, irreversibile addio.

Tra le colline del Monferrato e gli azulejos di Lisbona, le strade innevate di Bologna e gli albergue lungo il Cammino, L'emozione in ogni passo è una commovente storia d'amore e di vita dove i luoghi si mescolano ai ricordi senza cesure, in una delicata esplorazione degli angoli della mente e del cuore di persone semplici e profondamente umane.

Nella dimensione temporale, discontinua eppure opportunamente lineare, le figure si muovono in maniera circolare, in un percorso infinito e diacronico in cui le anime sembrano sfiorarsi per poi lasciarsi andare: tutti compiono o hanno compiuto il medesimo cammino, ma il tempo sembra permettere incontri solo nel ricordo e nella speranza. Colpisce la delicata malinconia dei dialoghi e delle emozioni, sottilmente indagate nella complessa elaborazione del lutto e dell'abbandono, che nella sofferta ma pacata accettazione non accolgono la giustificazione quanto la speranza e la gioia di una serena rinascita.

Un racconto pieno di poesia, in armonia tra gli incroci del destino e la disarmante fragilità umana che, nella forza dell'arrivo, reale e metaforico, riconquista la propria strada nel mondo.

 
[instagram url=https://www.instagram.com/p/BEbg3RTDz9u/ hidecaption=true width=330]
 

Approfondimento

Quando sono partita avevo come meta l'arrivo. Negli ultimi giorni non ho fatto che pensare a un buon motivo per partire un'altra volta. […] Credo di aver imparato che Dio ha messo se stesso nelle cose piccole. Credo di aver capito che la felicità è una sazietà del corpo e dell'anima. Per il primo bastava un poco di cibo al bisogno, e il riposo; per il secondo, gli amori che ti porti addosso, gli sguardi che incroci andando, un senso di appartenenza alla storia che per una volta non ascolti, ma vivi.

Il sentiero di Santiago non forgia le anime, ma sembra lasciar affiorare in loro la consapevolezza del limite, della tolleranza, del dialogo e, soprattutto, dello straordinario valore dell'umana imperfezione. Allo stesso modo, proprio perché umanamente fallibili, gli amori “imperfetti” non sembrano più così ingiusti, ma intimi e intensi nella misura in cui cercarsi, trovarsi, perdersi e completarsi costituiscono, in un certo senso, le tappe del virtuoso cammino di due figure affini.

Mettere in discussione se stessi e rifiutare le scorciatoie vuol dire infine rifiutare la superficialità di un sentimento irrisolto, assaporare la conquista di una liberazione, chiudere le ferite e toccare con mano ogni cicatrice che la strada dissestata, così come la vita, ha procurato al corpo e al cuore. Fioly Bocca indaga il senso dell'amore e del sacrificio in una scrittura toccante in precario equilibrio sul sottile crinale della metafora, dove la storia di Alma, dal nome proprio non casuale, diviene lo specchio di mille altre storie, comuni ma proprio per questo semplicemente straordinarie.

Irena Trevisan

abc

L’emozione in ogni passo di Fioly Bocca

Dal 6 aprile in libreria

È da qualche giorno in tutte le librerie L'emozione in ogni passo, il nuovo romanzo di Fioly Bocca edito da Giunti Editore. Dopo aver pubblicato con successo Ovunque tu sarai, il suo romanzo d'esordio, Fioly Bocca ritorna a commuoverci con questo nuovo romanzo d'amore. Ma, a ben vedere, L'emozione in ogni passo è molto di più che una storia d'amore. È una storia sulle corrispondenze misteriose che fanno incontrare, capire e amare le persone. La storia intensa e appassionante di Alma e Frida, due donne che hanno smarrito il senso della vita. Un viaggio metaforico e reale lungo il Cammino di Santiago.

Non farti ingannare: la perfezione appartiene solo agli amori finiti. Per questo, gli amori imperfetti valgono molto di più.

Un desiderio da realizzare, una speranza per rinascere, un dolore da lasciare andare: come tutti quelli che decidono di intraprendere il Cammino di Santiago, anche Alma ha una ragione profonda che la induce a chiudere per qualche settimana la sua libreria nel cuore di Bologna e a partire in un’alba diafana di giugno. Sta cercando di dimenticare Bruno, ma in realtà sono proprio i suoi appunti su un foglio spiegazzato a guidarla passo dopo passo lungo il Cammino. E un quadernetto azzurro a cui affida tutti i suoi pensieri: chissà se su quel masso si è seduto anche lui, chissà se ha alzato lo sguardo su quello stesso cielo. Frida invece è una psichiatra che dopo un fatto terribile non è più in grado di occuparsi degli altri. Per questo ha lasciato il suo lavoro, e l'unica cosa che le importa adesso è cercare le persone che hanno conosciuto Manuel, suo marito. Alma e Frida si incontrano al termine di una lunga giornata di marcia a Puente de la Reina. Sono due donne totalmente diverse, ma in comune hanno un conto aperto con la vita. E insieme scopriranno che la condivisione della fatica e del dolore è spesso il preludio di un miracolo: perché il Cammino influenza il destino di chi lo compie in modi che nessuno può prevedere…

Fioly Bocca vive sulle colline del Monferrato ed è madre di due figli. Laureata in Lettere all'Università degli Studi di Torino, si è specializzata con un corso in redazione editoriale. Ovunque tu sarai, il suo romanzo d’esordio nel 2015, è stato un grande successo del passaparola. I diritti di traduzione sono stati venduti in due Paesi, Norvegia e Germania. Ora nel 2016 pubblica, sempre con Giunti, L'emozione in ogni passo.

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!