Categoria: bologna

Editoria nelle scuole a Bologna

In una società multitasking che ti vuole attivo, di corsa, e sempre più spesso attaccato allo smartphone, leggere diventa una attività fuori moda. Non è difficile crederci, infondo, visto che richiede di fermarsi ed essere in grado di ritagliarci del tempo per noi. Non lo fanno gli adulti, forse presi dalla vita lavorativa, quindi perchè dovrebbe farlo un ragazzo? Che magari è anche in quella età in cui l'adolescenza ti pulsa dentro e non te ne frega di niente. Che i ragazzi non leggano tanto non è una novità, spronati soprattutto a studiare, il resto del tempo lo passano a chattare su whatsapp o a postare selfie su facebook. Non è una loro colpa, sono figli della loro epoca, e in questa epoca vige la legge di internet, dove tutto è di tutti e fermarsi non è gradito, ed estraniarsi ancora meno.

Eppure, è in questa età che bisognerebbe far crescere i lettori di un domani, coltivando quelli che poi potrebbero diventare lettori forti e menti pensanti. Per fortuna che c'è qualcuno che punta ancora sui giovani: così Bologna - città universitaria di grande rispetto - ha organizzato una serie di incontri formativi che mirano a far entrare a contatto gli studenti con alcune case editrici. Inizia oggi - Giovedi 22 Gennaio 2015 - il progetto "Editoria nelle scuole", firmato CNA che fino a marzo coinvolgerà gli Istituti scolastici e le case editrici bolognesi.

“Con questa iniziativa – spiega Valerio Veronesi, Presidente di Cna Bologna – prosegue la collaborazione tra Cna e il mondo della scuola bolognese. In particolare questo progetto vuole essere uno stimolo e offrire una conoscenza agli studenti, appartenenti a scuole con indirizzi diversi, per capire come l’imprenditoria bolognese può offrire sia opportunità  di lavoro che di fare impresa. Nell’editoria infatti sono coinvolte professionalità importanti e molto variegate, dagli illustratori ai tipografi, dagli esperti di comunicazione ai manager. La necessità comunque di uno stimolo alla lettura per gli studenti è testimoniata anche dagli ultimi dati Istat: in Italia la quota di lettori di libri è scesa dal 43% del 2013 al 41,4% del 2014, una famiglia su dieci non ha alcun libro in casa, solo il 14,3% degli italiani legge almeno un libro al mese."

Si parte dall’Istituto Aldini Valeriani, con la partecipazione della casa Editrice Minerva. Prossime tappe il Liceo Artistico e il Liceo Galvani. Le case editrici protagoniste, insieme a Minerva, saranno Pendragon, Area 51 Publishing, Cue Press e Odoya.

Grazie ad un incontro diretto con gli studenti, gli autori presenteranno i loro volumi, gli editori spiegheranno caratteristiche e opportunità nelle imprese editoriali per incentivare la lettura di libri tra gli studenti e al contempo valorizzare le case editrici bolognesi. Ma se di fronte alla promozione alla lettura i giovani potranno storcere un po' il naso, non avranno tempo per lamentarsi, poiché verrà illustrato anche come funziona il “mestiere dell’editore”: il mercato editoriale, professionalità, competenze, editoria digitale, apporto tra editore ed autore, dunque un’opportunità di approfondimento culturale per gli studenti insieme ad una vera e propria occasione di orientamento professionale.

Minerva alle Aldini proporrà “Oceano” di Francesco Vidotto, uno scrittore che si è ritirato a  vivere in Cadore tra le Dolomiti per scrivere storie di “ultimi”. Pendragon al Liceo Artistico proporrà “Cento ragazzi e un capitano” di Pier Giorgio Ardeni, dedicato alla brigata partigiana Giustizia e Libertà “Montagna” e alla Resistenza sui monti dell’Alto Reno. Seppur sia un modo per valorizzare gli autori italiani che tendono a sparire sepolti dalla numerosa letteratura straniera, mi lascia perplessa la scelta di presentare libri che approfondiscono argomenti affrontati nei programmi scolastici, poiché è un errore frequente cadere nella strumentalizzazione della lettura, specialmente durante il periodo scolare.

Ad ogni modo, il progetto completa le iniziative di raccordo fra le case editrici e le scuole, quali i percorsi di tirocinio e le visite aziendali, che  prossimamente si potrebbero arricchire di ulteriori azioni congiunte, per far provare agli studenti il “mestiere dell’editore”. Che gran figata, aggiungerei io; ma la scuola l'ho finita da un pezzo.

abc

Star Wars Reads Day

Sabat0 11 ottobre, Multiplayer.it Edizioni, in collaborazione con Mondadori Store, inaugura in Italia il primo evento dedicato all'editoria targata Star Wars. star

Un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati, ma anche un evento unico: sabato 11 ottobre, dalle ore 12 alle 19, presso i Mondadori Megastore di Milano, Via Marghera, e Bologna, Via D’Azeglio, e a Roma, presso il Mondadori Bookstore del Centro Commerciale Roma Est, si celebrerà per la prima volta lo Star Wars Reads Day, data ufficiale istituita da Lucas e dedicata all’ editoria starwarsiana, principalmente romanzi e fumetti, grazie al quale i protagonisti del publishing aprono le porte di biblioteche e librerie con autori, dibattiti, ed eventi.

Le scorse edizioni si sono svolte esclusivamente negli Stati Uniti, ma quest’anno Multiplayer.it Edizioni, editore di riferimento per i romanzi ufficiali Lucas Books in Italia, ha deciso di aderire alle celebrazioni e, grazie alla collaborazione di Mondadori Store, ha inaugurato il primo evento nel nostro paese. In un clima di crescente attesa tra gli amanti del mito cinematografico più longevo della storia, è in crescita anche una nuova generazione di appassionati che mostra di apprezzare l’immaginario da space-opera fantasy creato da Lucas oltre trent’anni fa, anche tra coloro che non hanno vissuto il fascino della prima stagione su pellicola.

Le celebrazioni

È tempo di entrare in libreria: la Forza scorre potente tra libri e spade laser. Nella giornata di sabato 11 ottobre, nei Mondadori Store di Milano, Roma e Bologna, saranno presenti in forze i volontari della 501st Legion e Rebel Legion, gli unici due gruppi di costuming riconosciuti da Lucasfilm, che incontreranno i fan della saga guidandoli tra le numerose proposte editoriali della collana Star Wars. Nei punti vendita selezionati, ci sarà un vasto assortimento dei titoli del catalogo Star Wars, l’occasione giusta quindi per completare una trilogia o acquistare un’intera collezione, mentre Darth Vader osserva ansimante!

Presso il Mondadori Megastore di Milano , oltre ad un impressionante allestimento scenico, sarà presente la Jedi Generation di Alessandria, l’accademia di spettacolo basata sull’utilizzo della spada laser nei combattimenti ispirati ai film di Star Wars, in costume originale, diventata in pochi anni molto popolare in Italia ed apprezzata da adulti e bambini. In vari momenti della giornata sarà possibile assistere alle loro esibizioni e provare la spada laser combattendo con i personaggi visti nella saga. Presso il Mondadori Bookstore di Roma Est, ci saranno vari momenti dedicati alle letture dei brani più belli dei romanzi Star Wars, interpretati dall’attore-doppiatore Stefano Starnae, con la possibilità per il pubblico presente di recitare a braccio i dialoghi dei libri storici della saga, come L’Erede Dell’Impero o di Star Wars Darth Plagueis.

Gadget e materiali promozionali: un’esclusiva dello Star Wars Reads Day. A tutti coloro che acquisteranno un libro della collana Star Wars edito da Multiplayer.it Edizioni verrà consegnato un pass per ricevere in omaggio: l’anteprima del Romanzo L’Erede Dell’Impero di Timothy Zahn, la Guida Alla Lettura di Star Wars Books Italia, il catalogo Multiplayer.it Edizioni, aggiornato con le uscite editoriale per il 2015, e un Cubeza Star Wars Books Italia a scelta tra Darth Vader e Yoda.

Facce da Star Wars – I Cubeza. Indossa il cubeza di Yoda o Darth Vader per un selfie stellare. In un’area apposita all’interno degli store verrà allestito un piccolo corner per immortalare i partecipanti che riceveranno i Cubeza, con i Legionari di pattuglia nei punti vendita selezionati. Tutte le foto saranno condivise sulla pagina Facebook di Multiplayer.it Edizioni e di Star Wars Books Italia a ricordo della giornata trascorsa in libreria.

Buon Star Wars Reads Day e che la Forza sia con Voi!

abc

Camilleri a prima vista

Il giro del mondo con le copertine dello scrittore siciliano. In mostra a Bologna, in occasione di Artelibro, per proseguire fino al 19 ottobre.

camill

Artelibro festeggia Andrea Camilleri, tra gli scrittori italiani più amati nel mondo, con la mostra Camilleri a prima vista, scegliendo un aspetto forse poco indagato ma sicuramente sorprendente della produzione letteraria: l'immagine e la grafica delle copertine dei suoi libri. Dal 17 settembre al 19 ottobre il Museo della Musica di Bologna ospita una mostra dedicata a circa duecento copertine dei libri che hanno reso Andrea Camilleri famoso in tutto il mondo.

In mostra le oltre 40 copertine pubblicate dall'editore Sellerio a partire dal 1984, dove ad ogni cover è associata graficamente l'immagine di un'opera d'arte, felice esempio di come l'editoria può elevare un'immagine d'arte a espressione simbolica di un contenuto letterario, più una significativa ed estesa selezione di quelle estere. Andrea Camilleri è di indubbiamente l'autore italiano dal più vasto successo, costituisce una di quelle rare occasioni in cui la critica va d'accordo con il giudizio dei lettori. Le avventure del commissario Montalbano, le molte rappresentazioni della Storia, spesso vista dal punto di osservazione di chi è protagonista, sono state le principali direttive lungo le quali si è mossa la fertile e inconfondibile scrittura del maestro di Porto Empedocle.

In un colpo d'occhio prolungato il visitatore potrà osservare l'intera produzione di Camilleri per Sellerio e avrà l'occasione di verificare come le immagini selezionate per le copertine siano talvolta coerenti con il contenuto del libro, talvolta evocative. Si tratta di una galleria personale di dipinti e immagini che crea un ritratto-mosaico dello scrittore e della forza comunicativa dei suoi libri. L'evento è accompagnato da un incontro intitolato Una nuova arte del risvolto, in programma per sabato 20 settembre alle 19.00 presso la Sala di Re Enzo del Palazzo Re Enzo e del Podestà a cui parteciperanno Salvatore Silvano Nigro, Stefano Salis e l'editore Vincenzo Campo, per parlare del recentissimo libro di Nigro: La Sirena e i suoi libri. Ritratto di Elvira Sellerio pubblicato dalle Edizioni Henry Beyle.

Camilleri a prima vista a cura di Stefano Salis 17 settembre - 19 ottobre 2014 Mostra promossa da Artelibro Festival del Libro e della Storia dell'Arte - Bologna Inaugurazione mercoledì 17 settembre, ore 18.00 - Museo internazionale e biblioteca della musica martedì-venerdì ore 9.30-16.00 - sabato, domenica e festivi ore 10.00-18.30 - lunedì chiuso Ingresso gratuito

abc

Artelibro Bologna 2014

A Bologna apre l'undicesima edizione di Artelibro, il Festival del Libro e della Storia dell'Arte, quattro giorni dedicati allo straordinario patrimonio artistico e culturale dell'Italia

John-Alcorn-Evolution-by-design-MoleskineArtelibro torna a Bologna dal 18 al 21 settembre e, con il tema portante di Italia: Terra di tesori, si rinnova, trasformandosi in un Festival del Libro e della Storia dell'Arte, con l'intento di affrontare, a partire dai libri e dalla storia dell'arte, il tema del patrimonio artistico e culturale italiano. Inoltre, il gemellaggio con il Festival de l'Histoire de l'Art di Fontainebleau, punto di riferimento su scala europea per lo studio dell’arte, dona ad Artelibro una dimensione non solo nazionale ma europea.

Il tema di quest’anno si riferisce alla necessità di “riscoprire” le meraviglie culturali del nostro Paese, valorizzando un patrimonio unico e incomparabile, infatti, ad aprire il Festival sarà la lectio magistralis di Andrea Carandini, presidente Fondo Ambiente Italiano, dal titolo Italia, tesoro di terre e menti, da ricreare.

Come ogni anno, Artelibro oltrepassa i confini di Palazzo di Re Enzo e del Podestà per insediarsi ovunque, e rivelare nella sua bellezza ai cittadini e ai visitatori, un occasione per celebrare anche gli anniversari di alcuni protagonisti della storia dell'arte: Michelangelo, Donato Bramante, Giorgio Morandi e Francesco Arcangeli. Il ricco programma culturale si articola, come sempre, tra mostre, cinema, incontri, presentazioni di libri e progetti, conferenze, laboratori e attività per ragazzi.

Con una serie di lezioni italo-francesi si apre l'importante sezione dedicata all’insegnamento della storia dell’arte, rievocando alcuni personaggi rilevanti: Francesco Arcangeli ed Enrico Castelnuovo, ricordati da Claudio Spadoni e Giovanni Romano, mentre il critico letterario Angelo Guglielmi ed Elena di Gioia parleranno della Prima Mostra Nazionale d’Arte Contemporanea, svoltasi a Bologna nel 1948, che suscitò le critiche di Palmiro Togliatti, alimentando il vivace dibattito tra Realismo e Astrattismo.

Lo storico Paolo Mieli illustrerà l’opera I funerali di Togliatti di Renato Guttuso al Museo d’Arte Moderna di Bologna, il Consigliere del Presidente della Repubblica per la Conservazione del patrimonio artistico Louis Godart parlerà dell’immagine del nostro continente nell'incontro Europa. Genesi di una civiltà, lo storico dell'architettura Francesco di Teodoro racconterà il percorso artistico di Donato Bramante nell'incontro Donato Bramante: da Urbino a Roma, passando da Milano. Pierluigi Masini ed Eugenio Riccomini parleranno alla Biblioteca di San Giorgio in Poggiale di una Bologna che anche i bolognesi non conoscono, Andrea Dall'Asta illustrerà la storia dell'iconografia della crocifissione nella conferenza Il mistero della croce nell'arte antica e contemporanea, Paola Giovetti e Daniera Picchi parleranno di Tracce d'antico nelle medaglie al Museo Civico Archeologico, e Il paesaggio agrario emiliano nella storia dell'arte sarà raccontato da Vera Fortunati alla Biblioteca dell’Archiginnasio.

Il programma include anche numerose mostre, tra cui, all'Archiginnasio, La scrittura splendente. Tesori manoscritti dalla biblioteca italiana dove sono esposti alcuni capolavori dell'arte libraria: la Bibbia di Borso d'Este, la Bibbia di Marco Polo, il manoscritto Vita Christi. All'interno di Palazzo di Re Enzo l'editore Franco Cosimo Panini ha allestito la mostra Il leggendario Sforza-Savoia: un racconto per immagini del Rinascimento italiano, con alcune pagine del celebre codice torinese. Alla Manifattura di Arti, Sperimentazioni e Tecnologia la mostra David Lynch, the Factory Photographs offre la possibilità di ammirare fotografie e cortometraggi del grande regista americano, al Museo Ebraico di Bologna Daughters of the King rivela il misterioso mondo femminile dell'ebraismo.

Presso la Biblioteca di San Giorgio in Poggiale è allestita la mostra Buona la prima! Le migliori copertine del 2014 scelte e giudicate da chi se ne intende: una giuria composta da esperti della comunicazione e dall'editoria, insieme al il pubblico, sceglierà e premierà la copertina migliore. La mostra Camilleri a prima vista al Museo internazionale della musica di Bologna, espone centouno copertine di libri di Andrea Camilleri, comprese le oltre quaranta pubblicate da Sellerio (ognuna associata ad un’opera d’arte, a partire da La strage dimenticata del 1984) e una selezione di quelle estere.

Immancabile, il tradizionale appuntamento con l'editoria d'arte e i librai antiquari con la grande mostra-mercato di Palazzo di Re Enzo e del Podestà. Artelibro apre da quest’anno la sua mostra-mercato anche alle Gallerie d’Arte moderna e contemporanea italiane con una sezione dal titolo Programma Italia. Miti, Archetipi, Nuove Iconografie. In collaborazione con Librerie.Coop e il Centro per il Libro e la Lettura, verrà allestita la consueta Libreria dell'Arte in Piazza Nettuno dove sarà possibile acquistare circa duemila titoli di trenta diverse case editrici.

Per conoscere tutti gli eventi in programma e i dettagli del festival www.artelibro.it

abc

A Bologna la Fiera del Libro per Ragazzi

Iniziata Lunedí 24 e fino a giovedi 27 marzo 2014 torna a Bologna la Fiera del Libro per Ragazzi con 1.200 editori provenienti da 74 Paesi e l’ospite d’onore sarà il Brasile, Paese che sarà protagonista anche nei prossimi mesi per i mondiali di calcio. Ma la vera novità di questa edizione è che per la prima volta in ben 51 anni, Bologna Children’s Book Fair, l’evento aperto da sempre esclusivamente agli addetti del settore e agli specialisti della cultura per ragazzi, inaugura un nuovo padiglione per accogliere bambini, giovani, genitori, insegnanti, educatori e tutti i curiosi. Infatti in concomitanza con la fiera più esclusiva del settore, nel padiglione 33 si svolge la Settimana del libro e della Cultura per Ragazzi che è stata inaugurata sabato 22 marzo ed è realizzata in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori, il Centro per il Libro e la Lettura, l’Università di Bologna, la Regione Emilia Romagna, la Provincia ed il Comune di Bologna. E così il nuovo padiglione battezzato “Non ditelo ai grandi” (nome preso in prestito dal celebre saggio sulla letteratura dell’infanzia del Premio Pulitzer Alison Lurie) permette per la prima volta l’apertura della fiera al pubblico, accogliendolo in un’atmosfera unica, popolata da personaggi fantastici, da un castello di carte e da un planetario gonfiabile. Tanti i laboratori, i convegni, le presentazioni, gli incontri con ospiti illustri, ma soprattutto unica la presenza della vastissima libreria internazionale che con oltre 25.000 volumi, spazia dai classici alle novità proposte dalla fiera, puntando alla diffusione del libro e alla promozione della lettura.

nonditeloaigrandi

Altra novità della Fiera del Libro per Ragazzi è di allargare notevolmente l’attenzione all’editoria digitale e alle ripercussioni che ha nella scuola e nell’apprendimento. Un’area espositiva è dedicata esclusivamente alle app, alle storie interattive e a tutte le soluzioni tecnologiche: “Book Digital”. Il Digital Cafè invece si focalizza sulle tematiche relative alle nuove professioni e alle innovazioni nell’editoria digitale. Inoltre, è previsto il premio “Bologna Ragazzi Digital Award” per le migliori app derivate dai libri che sta riscuotendo sempre maggiori favori. Innovative le MasterClasses che vanno ad approfondire tematiche specifiche: dalle diverse fasi dell’animazione di una storia per ragazzi ai contratti legati alle edizioni digitali. Interessante anche il convegno internazionale previsto per il 26 marzo dal titolo Story-telling and story-selling. Digital kids between transmedia experiences and market trends durante il quale saranno presentati i risultati della seconda edizione di #Natividigitali promossa dall’AIB, AIE, Filastrocche.it e Mammò.it, in collaborazione con Fattore Mamma. Ma oltre al rapporto bambini e lettura digitale in Italia, si guarderà anche ai dati europei.

bologna-fiera del libro ragazzi

Le mostre da non perdersi: il viaggio nelle illustrazioni brasiliane “Linee infinite, infinite storie”, le rivisitazioni grafiche dell’illustratore Federico Maggioni che reinterpreta l’irrequieto Gian Burrasca, e i disegni dei bambini che dal 1941 al 1945 furono prigionieri nel campo di Terezin, a 60 km da Praga. Inoltre, vengono celebrati i cinquant’anni di Mafalda, l’eterna bambina ribelle e impertinente.

Ed è da sottolineare come la Fiera del Libro per Ragazzi  si allarga a macchia d’olio sulla città, coinvolgendo nel fitto programma di eventi anche le biblioteche, i musei, le cineteche e tutti i luoghi della cultura. Qualche anticipazione: alla Biblioteca Salabrosa “La Camera dei Bambini” coi giocattoli e gli arredi dal 1900 al 1950 della collezione Marzadori e la “Mostra di libri illustrati giapponesi dal 2000 ad oggi”, al Museo Archeologico la mostra “Sport. Figure e parole dai libri per ragazzi.”, alla Biblioteca AmilcarCabral “Le radici del Brasile: Africani e Indigeni”.

Per consultare il programma completo, visita il sito ufficiale.

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!