Categoria: charles martin

Recensione di Le parole scritte con il cuore di Charles Martin

Katie Quinn è bellissima, ha successo, è piena di soldi ed è l’attrice più famosa del momento. Recita un ruolo di successo dopo l’altro e tutto il mondo la venera. Ma tutto questo non le basta per essere felice, anzi, circondata da persone che vogliono sfruttare la sua popolarità e da uomini che la esibiscono come un trofeo, è disperatamente sola e pronta a togliersi la vita.

Sunday è un eremita che ha rifiutato la vita sociale e si è nascosto nella palude con le sue barche e i suoi libri. Passa le sue giornate a pescare, a leggere e migrare insieme ai pesci, seguendo i loro spostamenti. Torna sulla terra ferma solamente durante le feste, per regalare libri ai bambini ricoverati in ospedale, ma ha alle spalle un grande mistero con il quale ha deciso di convivere, lontano da tutti.

Questi due personaggi, apparentemente così diversi nella vita che conducono, hanno due cose in comune: la prima è la volontà di allontanarsi dal mondo e dalle persone che, in un modo o nell’altro, li hanno privati della loro libertà. La seconda è padre Steady, un vecchio prete confessore di entrambi che, nel corso degli anni, li ha ascoltati, consolati e consigliati, senza purtroppo riuscire ad aiutarli in maniera concreta.

Solo facendoli incontrare riuscirà infine a salvare entrambi. Anzi, saranno l’uno con l’altro, conoscendosi, a scoprirsi molto più simili di quanto pensavano all’inizio e a salvarsi a vicenda.

Approfondimento

Le parole scritte con il cuore di Charles Martin (titolo originale Unwritten) è un libro, anzi due, forse tre… Nel senso che questo libro raccoglie due storie, diverse tra loro e complete, che unendosi danno vita a una terza storia il cui legante è padre Steady, un moderno Fra’ Tuck con tanto di monaca e pipa in bocca, che ha il ruolo di confessore di entrambi i personaggi delle storie principali. Lui a sua volta potrebbe raccontarci una quarta storia, la sua, i cui indizi sparsi qua e là nel romanzo potrebbero facilmente diventare un ampio racconto, ma se così fosse il libro diventerebbe appunto una raccolta di racconti e non più un romanzo.

Delle due storie principali una è decisamente più interessante, originale e coinvolgente dell’altra, e non è la prima che incontriamo, quindi bisogna aspettare un po’ per farsi coinvolgere dal libro, ma alla fine si viene premiati da una seconda parte carica di emozioni e a tratti commovente. Lo stile veloce di Charles Martin, caratterizzato da frasi molto corte, incisive e semplici diventa via via più armonioso e scorrevole, forse anche in concomitanza con l’evolversi della storia.

Le parole scritte con il cuore è un libro, infine, che raccoglie la dichiarazione d’amore di Charles Martin nei confronti dei libri e del potere salvifico della lettura: come non essere d’accordo.. E a quel punto tutte le critiche si ammorbidiscono.

Chiara Galimberti

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!