Categoria: Come sasso nella corrente

Recensione di Come sasso nella corrente di Mauro Corona

Tutto il giorno così, tutti i giorni così. Fughe, corse e salti in un mondo fiabesco, vigilato da vette rocciose e sguardi misteriosi di animali che spiavano nascosti, protetti da fitti boschi che oscillavano alla lieve spinta delle brezze estive.

C'è qualcosa di sacro, di oscuro e di magico in questo libro. Qualcosa di malinconico e di splendido, di spaventoso e di fantastico. Sinceramente, non ho mai capito in quale percentuale Mauro Corona sia un narratore, uno scultore e un alpinista, e se l'intreccio tra le tre identità differenti sia causa della singolare profondità della sua scrittura.

Come sasso nella corrente ha il ritmo di una lunga poesia. Di acqua che scorre, di vento tra le foglie, di gocce d'acqua e lacrime, e di silenzio. È una fiaba e un dramma nello stesso tempo, dove l'amore, in una forma insolita e quasi incomprensibile, alla fine vince davvero. Vince persino sull'indifferenza, sull'aridità umana, sull'oblio. Nelle prime pagine, una donna si muove tra le stanze di una casa abitata dalle sculture create dalle mani dell'uomo che ama. Ogni volta che lei ne sfiora una, evoca una catena di ricordi. Amore, sì, e nostalgia, follia, rabbia, vissuti e conosciuti molti anni prima, attraverso le parole di lui.

La storia di lui è una storia di dolore, di violenza, di disperazione, di incomprensione, di legami strappati, di desideri distrutti. Ma anche di un'angosciante e continua ricerca, spesso insoddisfatta, d'amore. Nel dramma della sua vita tormentata, però, la bellezza trova una strada nelle sue passioni: l'arte di dare forma e vita al legno, la scrittura, la misteriosa e struggente dolcezza dei boschi e delle montagne. E nel sentimento per lei, per l'unica donna che l'ha conosciuto veramente, e che ora vive la sua storia a distanza perché l'amore non sempre ha bisogno del presente per compiersi, può continuare a crescere e fiorire anche oltre le barriere del tempo e dello spazio.

Forse, qualcuno lo chiamerebbe un amore impossibile, ma scoprirete che non lo è, e che, attraverso una dimensione sconosciuta e misteriosa, di roccia e di bosco, otterrà, infine, il suo trionfo. Un racconto bellissimo, una lezione di vita su quella forza inarrestabile dell'amore alla quale oggi abbiamo smesso di credere. Perché l'amore, come i sogni, resiste, anche alla morte.

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!