Categoria: Cose che non voglio dimenticare

Recensione di Cose che non voglio dimenticare di Lara Avery

Samantha Agatha McCoy è una diciassettenne come tante, piena di sogni nel cassetto: vincere la gara di dibattito scolastica, trasferirsi a New York per il college e conquistare Stuart Shah, il ragazzo per cui ha una cotta da anni. La vita della protagonista di Cose che non voglio dimenticare è perfettamente impostata e ricca di promettenti aspettative: Sam, infatti, è una delle ragazze più brillanti del suo liceo e nulla sembra ostacolare il suo successo.

Il destino, però, irrompe all’improvviso per sconvolgere la vita di Samantha, in quanto le viene diagnosticata la NPC, una rara malattia genetica, dalla quale non c’è scampo né cura, e che la porterà a perdere la memoria, le capacità motorie e, di conseguenza, anche la possibilità di raggiungere gli obiettivi che si era prefissata. Samantha di fronte alla malattia decide di non arrendersi e cerca in tutti i modi di combatterla e di esorcizzarla. Inizia così a scrivere un diario indirizzato alla Futura Sam e dal titolo “Libro delle cose che non voglio dimenticare”, in cui racconta tutta la sua vita, le sue avventure, le sue emozioni e le sue vittorie. Samantha affronta la situazione con coraggio, decide di non chiudersi in se stessa ma di vivere la vita con gioia, godendosi appieno ogni esperienza senza limitarsi e senza pensare alla malattia e alle sue conseguenze.

Sam si circonda delle persone a cui vuole bene, riesce a conoscere l’amato Stuart e al tempo stesso riscopre il suo rapporto con Cooper, il vicino di casa e amico di infanzia, che cercherà in ogni modo di farla stare bene, di farla sempre sorridere, di farle apprezzare ogni singolo momento che le resta.

Samantha riuscirà a diplomarsi, a vivere una storia d’amore, a provare le emozioni e le esperienze delle sue coetanee, così da non avere rimpianti. Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, l’incombere della malattia la porta ad affrontare tutto con una consapevolezza diversa, in un disperato tentativo di rimanere attaccata alla vita che giorno dopo giorno si allontana sempre più...

Cose che non voglio dimenticare è un libro struggente, dolce e delicato. La storia è drammatica, ma viene raccontata con toni leggeri e a tratti anche divertenti e romantici. Il lettore segue le avventure della protagonista con curiosità, senza sentire il peso della tragedia che incombe su di lei.

Al tempo stesso, però, la storia fa riflettere, in quanto fa capire quanto la vita di ognuno di noi sia attaccata a un filo: basta un secondo a far cambiare tutto, a mandare in fumo tutti i progetti di una vita. Ed è per questo che bisognerebbe imparare a vivere appieno ogni momento della propria esistenza e a sfruttare al massimo ogni occasione che la vita ci offre, senza arrendersi mai, senza soccombere di fronte agli ostacoli che siamo obbligati ad affrontare e a superare giorno dopo giorno.

Approfondimento

Cose che non voglio dimenticare è scritto in modo semplice e scorrevole, ha un ritmo piacevole e non annoia mai. La storia è raccontata in modo tenero e romantico. Ritengo sia un libro per un pubblico adulto, ma di piacevole lettura anche per i più giovani.

Belli e importanti i temi trattati: la voglia di vivere della protagonista, il suo coraggio di fronte all’ostacolo della malattia, la sua lotta contro il male, la forza di rialzarsi e superare le difficoltà, la voglia di vivere e di non arrendersi mai!

Alice

[amazon_link asins='8804674792' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='83e97f05-d5a4-11e7-8f43-11c005bdc02c']abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!