Parliamo di libri, arte, cinema e cultura. Promuoviamo gli autori che desiderano pubblicizzare un libro e promuovere un libro. Offriamo servizi editoriali.
Menu

Controversia editori di e-book: possibile ribasso dei prezzi

Controversia editori di e-book: possibile ribasso dei prezzi



2 Flares 2 Flares ×

Il Dipartimento di Giustizia USA ha messo in guardia Apple Inc. e cinque dei più grandi editori statunitensi per presunta collusione di aumentare il prezzo dei libri elettronici.In caso di successo del provvedimento giudiziario, tale soluzione potrebbe avere ampie ripercussioni per l’industria, che porterebbe ribassi dei prezzi di e-book per i consumatori.

I cinque editori sono CBS Corp. ‘s Simon & Schuster Inc., Lagardere SCA Hachette Book Group, Pearson PLC Penguin Group (USA), Macmillan, una unità di Verlagsgruppe Georg von Holtzbrinck GmbH e HarperCollins Publishers Inc., una divisione di News Corp., che possiede anche The Wall Street Journal.

Tradizionalmente, gli editori di libri vendono on line per circa la metà del prezzo di copertina raccomandato. Ai sensi di tale “modello wholesale”, i librai sono stati liberi di offrire quei libri ad un prezzo scontato su quello di copertina, se volevano. Per costruire il suo vantaggio all’inizio dell’era e-book, Amazon Inc. ha venduto molti best seller nuovi a 9,99 dollari per incoraggiare i consumatori ad acquistare i suoi lettori elettronici Kindle. Ma gli editori non amavano profondamente la strategia, temendo che i consumatori si abituassero agli e-book. Gli editori anche preoccupati che i rivenditori temevano di subire la stessa sorte delle case discografiche per mano di Apple, quando il servizio iTunes è diventato il giocatore dominante, con la vendita di canzoni per 99 centesimi. Come Apple pronta a introdurre il suo primo iPad, il compianto Steve Jobs, poi il suo amministratore delegato, ha suggerito di utilizzare un “modello agenzia”, in base al quale gli editori avrebbero fissato il prezzo del libro e Apple avrebbe apportato un taglio del 30%. Apple ha anche stabilito che gli editori non potevano lasciar dettaglianti rivali a vendere lo stesso libro ad un prezzo inferiore.

Gli editori sono stati poi in grado di imporre lo stesso modello in tutta l’industria, ma il Dipartimento di Giustizia ritiene che Apple e gli editori abbiano agito di concerto per aumentare i prezzi in tutto il settore, ed è pronto a denunciare la violazione delle leggi antitrust federali.

Un’idea degli editori per risolvere il caso è quello di preservare il modello di agenzia, ma consentire ad alcuni sconti da parte dei librai. Al momento, gli editori hanno espresso la loro preoccupazione che vendere a $ 9.99 i best seller digitali rappresenta una minaccia a lungo termine per il futuro delle attività editoriali.

L’Unione europea sta esaminando le accuse. Diverse cause class-action sono state  depositate e consolidato in un tribunale federale a New York.

Per gli editori, digital-book le entrate sono in rapida crescita in un momento in cui la vendita di libri fisici è in declino. Gli e-book fatturano 970 milioni dollari nel 2011, secondo un sondaggio di 77 editori condotte dalla Association of American Publishers. Mentre sempre più consumatori migrano verso dedicate e-reader e dispositivi di lettura tablet, il numero di consumatori di lettura digitale probabilmente è destinato ad aumentare. Allo stesso tempo, ci sono meno librerie in cui vendere i libri fisici.



Cosa ne pensi? (1 voti, media: 5,00
   
Loading...Loading...


Massimiliano Basile
Scrittore e critico, blogger per varie testate virtuali, e per alcuni periodici tradizionali. Il suo motto è "La mente è come un paracadute, funziona solo quando è aperta".
Massimiliano Basile

Ultimi articoli di Massimiliano Basile (vedi tutti)





Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

2 Flares Facebook 1 Google+ 1 Twitter 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 Email -- 2 Flares ×