Categoria: Libri

Il bacio della Dea Montagna di Marco Bosonetto

 

In libreria dal 28 agosto

Disponibile in libreria a fine agosto Il bacio della Dea Montagna, di Marco Bosonetto. Un racconto che parla dell'ancestrale legame tra uomo e montagna, dove sovrastati dal rigore solenne delle vette del Gran Paradiso, un padre e un figlio dovranno imparare a superare timori e pregiudizi che li hanno allontanati per ritrovare un sentiero comune.

So dai loro racconti, dalle loro facce, che hanno riflettuto, giudicato, calcolato, sondato, saggiato, misurato, considerato il ritiro, il pericolo, il vento, la temperatura, la stanchezza, e hanno creduto di farcela. Hanno scelto la vita, nella sua pienezza, che per loro comprendeva salire lassù, dove la maggior parte di noi non osa neppure immaginarsi. Hanno inseguito un sogno.

Come ogni estate, Luca Rollin arriva in Val d’Aosta per trascorrere le vacanze nella casa di famiglia. Il suo ultimo libro, pubblicato da poche settimane, è in vetta alle classifiche e lo scrittore è pronto per godersi il meritato riposo tra le montagne che adora. Sono in molti a riconoscerlo e a fargli i complimenti. Ma una sottile crepa comincia a incrinare la superficie apparentemente perfetta del successo. Luca comprende di essere ammirato perché ormai fa parte della nebulosa dei famosi, mentre le parole dei suoi libri contano ben poco. Tale consapevolezza trasforma quella che per Luca doveva essere una vacanza paradisiaca in una spietata resa dei conti con se stesso, come intellettuale e come padre. Suo figlio Francesco, infatti, in piena adolescenza, conduce un’indagine privata sulla morte di un camoscio, accusando di vigliaccheria chiunque non condivida la sua sete di giustizia animalista. Quando un gruppo di scalatori dilettanti, fra cui una famosa violinista, scompare sul Pillier Jaune, la montagna maledetta della zona, Luca viene contattato da una testata nazionale perché segua i soccorsi e scriva per primo una testimonianza. Ha l’occasione di usare la celebrità per dire al grande pubblico qualcosa di importante e profondo, all’altezza delle montagne che lo circondano e del loro rigore solenne, che non fa sconti. Luca saprà cogliere questa opportunità? E saprà diventare il padre che vorrebbe essere?

Marco Bosonetto è nato a Cuneo nel 1970. Laureato in filosofia, ha esordito nel 1998 con Il Sottolineatore Solitario (Einaudi). In seguito ha pubblicato altri quattro romanzi e una raccolta di racconti, uno dei quali è diventato il film Due vite per caso, di Alessandro Aronadio, presentato al Festival di Berlino nel 2010. Per i lettori più giovani ha scritto Uffa, cambio genitori! (Einaudi Ragazzi, 2011) e L’economia è una bella storia (con Giacomo Vaciago, Feltrinelli Kids, 2013, tradotto in coreano e presto anche in cinese). Per Piemme ha pubblicato, nel 2015, Un’ora sola.

[amazon_link asins='885666433X,8856637804,8879269542' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='10c8c231-96d6-11e8-be87-0983d046e595']abc

Preghiera del mare di Khaled Hosseini

 

Da settembre in libreria

A settembre arriva in libreria Preghiera del mare, una nuova opera di Khaled Hosseini pubblicata in Italia da SEM. L'edizione italiana è curata da Roberto Saviano, con la sua traduzione e un'intensa prefazione. Scritto in forma di lettera, Preghiera del mare raccoglie i ricordi e le riflessioni di un padre che guarda il figlio che dorme durante il pericoloso viaggio che li porterà aldilà del mare, verso una vita possibilmente migliore.

Nato in collaborazione con l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati UNHCR, è apparso inizialmente sotto forma di film virtuale sul quotidiano Inglese The Guardian nel settembre del 2017.

A proposito di questa nuova opera, Khaled Hosseini ha commentato: “Ci troviamo nel mezzo di una crisi migratoria di enormi proporzioni. Preghiera del mare vuole essere anzitutto un tributo a milioni di famiglie che come quella di Alan sono state costrette ad abbandonare il proprio paese e la propria vitae sono state distrutte e violentate dalla guerra e dalla persecuzione”.

Mio caro Marwan… È l’inizio della lettera che un padre scrive al suo bambino, di notte, su una spiaggia buia, con per-sone che parlano ‘lingue che non conosciamo’. I ricordi di un passato fatto di semplici sicurezze, la fattoria dei nonni, i campi costellati di papaveri, le passeggiate nelle strade di Homs si mescolano a un futuro incerto, alla ricerca di una nuova casa, dove ‘nessuno ci ha invitato’, dove chi la abita ‘ci ha detto di portare altrove le nostre disgrazie’. Un futuro di attesa e di terrore, che comincerà al sorgere del sole, quando dovranno affrontare quel mare, vasto e indifferente.

Questa lettera è un grande atto d’amore e nelle parole che la compongono c’è la vita. Speranze e paura, felicità e dolore. Impossibile non riconoscersi, non pensare che al posto di quel padre e quel bambino potremmo esserci noi. Impossibile non sapere che tutto questo, comunque, ci riguarda.

[amazon_link asins='8868367920,8868367300,8893900963' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='8938e9ab-915b-11e8-9f13-514e1aae03c4']abc

Il cielo dopo di noi di Silvia Zucca

 

Il 30 agosto in libreria

Arriva a fine mese in libreria Il cielo dopo di noi, il ritorno di Silvia Zucca, autrice del già famoso Guida astrologia per cuori infranti che in questo nuovo romanzo racconta la fragilità della vita e la forza dei legami familiari.

Silvia Zucca parla di donne di ieri e di oggi, dei segni che tutti noi lasciamo nel mondo e nel cuore delle persone che ci hanno preceduto e che continueranno il nostro cammino.

Alberto, il padre di Miranda, è scomparso. Da dodici anni lei non ha contatti con la famiglia e quella notizia è come un fulmine in un cielo che si è sempre rifiutata di guardare e che, adesso, la chiama a sé con prepotenza. Così, frugando tra le carte del padre, trova una lettera datata 18 novembre 1944: è una lettera d'amore destinata alla nonna, Gemma. Ma chi è l'uomo che promette a Gemma di tornare da lei e da Alberto? Possibile che quel mistero sia collegato all'improvvisa scomparsa del padre? C'è solo un modo per scoprirlo: andare a Sant'Egidio dei Gelsi, il paese in cui lui e Gemma si erano rifugiati durante la guerra. E, sotto il cielo idilliaco della campagna piemontese, Miranda raccoglierà i frammenti di una storia solo apparentemente dimenticata; la storia di un ragazzino senza padre, costretto a crescere troppo in fretta, e di una donna obbligata a prendere una decisione terribile, che segnerà la sua vita per sempre. Una storia che la condurrà infine da Alberto, ma che soprattutto le permetterà di alzare gli occhi e capire che il futuro – il cielo dopo di noi – si rasserena solo se si ha il coraggio di cancellare le nubi del passato e di aprirsi all’amore.

Silvia Zucca è laureata in Letteratura inglese e ha lavorato per diversi anni per una piccola rete televisiva milanese. La sua vera passione, però, è sempre stata la scrittura, cui ora si dedica a tempo pieno, sia come traduttrice sia come autrice.

[amazon_link asins='8842925985,B00T4UDL44' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='e37b36e2-90c5-11e8-871d-89c4f95d3342']abc

Shark. Il primo squalo di Steve Alten

 

Dal 24 luglio in libreria

Da domani in libreria Shark. Il primo squalo, un avvincente storia scritta da Steve Alten. Protagonista del romanzo di Alten il primo predatore dell'Oceano, lo squalo, o meglio l'antenato dello squalo forse ancora più temibile.

Jonas Taylor è un pilota di sommergibili militari, il migliore nel suo campo. La sua missione è quella di immergersi nella Fossa delle Marianne, uno dei luoghi più profondi e misteriosi del Pacifico, ed esplorarla. Ed è qui, a undici chilometri di profondità, che Jonas si trova faccia a faccia con il più terribile predatore degli abissi: il Carcharodon megalodon. Un mostro lungo diciotto metri considerato il cugino preistorico del Grande Squalo Bianco. Un animale che, stando ai più rinomati studi, sarebbe scomparso dalla faccia della terra milioni di anni fa.  Grazie a una manovra di emergenza estremamente rischiosa, Jonas riesce a risalire in superficie ma purtroppo due scienziati a bordo del sommergibile perdono la vita e la sua carriera è rovinata per sempre. La Marina archivia il caso sostenendo che Jonas è stato vittima di una forma di allucinazione. Sono passati sette anni da quel giorno e Jonas non ha mai smesso di cercare di dimostrare che quella creatura mostruosa non era il frutto della sua immaginazione. È diventato un paleobiologo nel frattempo ed è fermamente convinto che il megalodonte si nasconda sul fondo della fossa in una zona di corrente calda a sua volta sovrastata da undici chilometri di acqua gelida. Quando finalmente gli si presenta l’occasione di reimmergersi in quella zona dell’oceano, Jonas è certo di tornare in superficie con una prova inconfutabile dell’esistenza del mostro: uno dei giganteschi denti del megalodonte.  Ma la presenza dell’uomo in quel territorio inesplorato rompe un equilibrio secolare. Uno dei megalodonti riesce a fuggire dal suo Purgatorio pronto a riconquistare il suo posto in cima alla catena alimentare. E Jonas è l’unica persona che è in grado di fermarlo.

Steve Alten è autore bestseller di numerosi thriller e commedie romantiche. È anche il fondatore e direttore di Adopt-An-Author, un programma adottato nelle scuole per promuovere la lettura.

[amazon_link asins='8804702729,3453439015,8854140015' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='36870a93-8da5-11e8-b455-1d783d0c1b15']abc

Nella gabbia di Ellison Cooper

 

In libreria dal 24 luglio

Arriva in libreria domani Nella gabbia, di Ellison Cooper. Forte della sua esperienza sul campo, Ellison Cooper ha creato un thriller sensazionale che ameranno i fan di Kathy Reichs, Thomas Harris e Patricia Cornwell.

Washington, un quartiere residenziale deserto. La scena del crimine è piuttosto insolita… e macabra. Una cantina, un cucciolo di cane (vivo), una grande gabbia appesa al soffitto. E all’interno, una giovane ragazza morta di stenti. I due poliziotti che per primi fanno il sopralluogo vengono feriti per mezzo di un fucile azionato da un filo e il caso passa subito all’agente speciale dell’FBI Sayer Altair, che, dopo la morte in servizio del fidanzato, si è buttata anima e corpo sul lavoro. La sua specializzazione è neurologia della violenza, in pratica sta cercando di dimostrare che il cervello dei più pericolosi serial killer presenta effettive deficienze neurologiche.

È la persona giusta per dedicarsi al caso della ragazza nella gabbia, la cui identità viene presto svelata: si tratta della figlia di un importante senatore in corsa per le presidenziali e Sayer si trova di colpo sotto i riflettori della stampa. Mentre la pressione dei media cresce, un’altra ragazza cade vittima dell’assassino.

Dai primi indizi, Sayer si rende conto che il killer è preda di una pericolosa ossessione: vuole spingere le sue vittime a un passo dalla morte per poi riportarle indietro. Più e più volte. Un esperimento terribile che sta per coinvolgere altre giovani donne e che porterà Sayer a lottare disperatamente contro il tempo e a muoversi con molta più circospezione di quanto non si sarebbe aspettata.

Ellison Cooper è cresciuta vicino a Washington tra senatori e giudici della Corte Suprema, ha studiato antropologia, archeologia e neuroscienze. La storia di Nella gabbia si basa sul suo lavoro di antropologa e sulla sua esperienza come investigatrice della Omicidi per l'ufficio dei Difensori pubblici di Washington D.C.

[amazon_link asins='8804701994' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='fd13db6b-8da4-11e8-afbb-317a6dff8414']abc

Il fabbricante di storie di Cecilia Scerbanenco

 

In libreria dal 5 luglio

Disponibile da oggi in libreria Il fabbricante di storie, di Cecilia Scerbanenco. In occasione della pubblicazione dell'inedito L'isola degli idealisti, di Giorgio Scerbanenco, arriva la prima biografia  basata su documenti inediti, nel racconto appassionato della figlia Cecilia.

Narratore, autentico e instancabile, della razza di un Georges Simenon", come lo definì fulmineo Oreste del Buono, Giorgio Scerbanenco veniva da lontano, da quella Russia zarista che lasciò ancora in fasce e che lo accompagnerà per sempre nel suono di un cognome diventato il marchio del maestro indiscusso del noir italiano.

La vita di Scerbanenco, ricostruita in questo libro per la prima volta dalla figlia Cecilia attingendo a un'ampia mole di documenti dall'archivio di famiglia, ha il ritmo della sua scrittura: instancabile, multiforme, tagliente nell'indagare le sottigliezze dell'animo umano, illuminata dall'ironia. Una scrittura al servizio dei lettori dapprima nelle redazioni dei giornali e dei periodici con cui collabora dagli anni '30, segnalato da Cesare Zavattini che aveva intuito il talento di quel giovane che batteva sui tasti della macchina da scrivere. Negli anni '60 arriva finalmente il successo in libreria con la serie di romanzi con protagonista Duca Lamberti, che gli valgono la consacrazione internazionale: dopo una vita nell'ombra, spesso scrivendo sotto pseudonimo, la stella di Scerbanenco poteva finalmente brillare. L'autore di Venere privata e Milano calibro 9 rivive in queste pagine nelle sue molteplici scritture, dal rosa al giallo, dalla radio al cinema, e in un'inedita dimensione privata, piena di sorprese e inquietudini come la trama di uno dei suoi romanzi.

Cecilia Scerbanenco è nata a Milano e vive in Friuli. Si è laureata in Filosofia e lavora nell'editoria come curatrice dei libri del padre Giorgio Scerbanenco e traduttrice. È la fondatrice e responsabile degli Archivi Scerbanenco.

[amazon_link asins='8893445913' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='2fd3b5fe-8046-11e8-ad69-398124f5f7f3']abc

L’isola degli idealisti di Giorgio Scerbanenco

 

In libreria dal 5 luglio

Arriva domani in libreria L'isola degli idealisti, inedito di Giorgio Scerbanenco, considerato il padre del noir italiano. Un romanzo perduto e ritrovato solo di recente tra le carte di famiglia. A partire da questo volume La nave di Teseo inizia la ripubblicazione di tutta la sua opera.

La vicenda di questo libro è essa stessa un romanzo: il manoscritto de L’isola degli idealisti scompare insieme ad altri testi nel 1943, quando la Mondadori, per la quale era stato scritto, sposta in tutta fretta i suoi uffici da Milano. Figura tra le opere in via di pubblicazione elencate da Scerbanenco per ottenere asilo in Svizzera, ed è l’unico ad essere stato ritrovato, in uno degli archivi che raccolgono le carte dello scrittore.

Il 5 luglio all'Università Iulm, nell’ambito della Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, ci sarà una giornata dedicata a Scerbanenco. Si comincia alle 15 con le proiezioni dei film La morte risale a ieri sera di Duccio Tessari e Milano Calibro 9 di Ferdinando Di Leo, introduzione di Alberto Pezzotta. Si prosegue alle 21 con le letture di Sveva Casati Modignani, Piero Colaprico, Maurizio De Giovanni, Massimo Picozzi, Cecilia Scerbanenco; concerto con parole e immagini di Morgan; introduzione di Alberto Pezzotta.

Sull’isola della Ginestra, un piccolo scoglio verde al centro di un lago, la villa della famiglia Reffi è il rifugio sicuro per il vecchio Antonio, medico otorino dall’ironia affilata, e i suoi due figli. Carla, la maggiore, si dedica alla scrittura tra le frecciatine del genitore. Celestino, il fratello minore, è diventato medico per esaudire le preghiere del padre ma preferisce rivolgere il suo intuito alla matematica. Con i cugini spiantati Vittorio e Jole e le due domestiche, gli abitanti del Ginestrin sono al completo. La vita sull’isola scorre tranquilla fino a quando sulle sue rive non approdano due ladri d’albergo in fuga dalla polizia: Guido, giocatore d’azzardo con la passione per la pittura e Beatrice, bella, sfacciata e fatale. L’arrivo dei due latitanti e le loro rivelazioni incrinano il mondo perfetto dei Reffi, che si ritrovano l’uno contro l’altro di fronte a un dubbio morale: denunciare i due ospiti o dare loro una possibilità di riscatto? È l’inizio di un vortice di tensione che sconvolge la quiete dell’isola e gli animi dei suoi abitanti, che tra amori impossibili, fughe, bugie e invidie dovranno fare i conti con la loro più vera natura. Un libro perduto durante la Seconda guerra mondiale e ritrovato nell’archivio di famiglia, un romanzo inedito nello stile del migliore Scerbanenco: tagliente, ironico, sensuale. Il ritorno del maestro del noir all’italiana.

[amazon_link asins='8893445964,8811687780,B00BGFOHU2' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='aa5f1e5e-7f7d-11e8-a209-27bb28a60bcf']abc

Disperata & felice di Julia Elle

 

In libreria dal 3 luglio

Disponibile da oggi in libreria Disperata & felice, l'ironico libro di Julia Elle, edito Mondadori. Disperata & felice, diario segreto di una mamma è un testo che regala voce a tutte le mamme raccontandone con leggerezza le faticose giornate.

L'autrice ha deciso di scrivere quando ha sentito l'esigenza di capire se fosse l'unica a sentirsi inadeguata al ruolo, perché sembrava che le altre mamme fossero meglio nonostante il suo impegno.

Niente mi ha cambiato come mi hanno cambiato i miei bambini. Nessuno mi aveva detto come sarebbe stato, e che avrei dovuto accettarlo. Nessuno mi aveva detto un sacco di cose. E allora adesso vorrei dirle io! Perché è giusto che qualcuno lo dica. Che si fa fatica. Tanta. Ma anche che ne vale la pena. Sempre.

Julia Elle, 29 anni, cantante, attrice, blogger, nata a Torino, cresciuta in Irlanda e ora residente a Milano.

[amazon_link asins='8804687517' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='d340e7fb-7e80-11e8-987c-4db9018a50c6']abc

La madre della madre di sua madre e le sue figlie di Maria José Silveira

 

In libreria dal 3 luglio

Arriva oggi in libreria La madre della madre di sua madre e le sue figlie, romanzo di Maria José Silveira. Con una scrittura potente ed evocativa La madre della madre di sua madre e le sue figlie è un romanzo originalissimo e sovversivo, che illumina il ruolo delle donne nella storia, seduce con il fascino esotico di un paese immenso e unisce alla grande narrativa la critica al machismo, all’autoritarismo e all’abuso di potere che ancora prevalgono nella società brasiliana, e non solo.

Indigene. Libere. Rapite. Assassine. Vendute. Schiave. Vendicatrici. Cannibali. In grado di interpretare i sogni. Capaci di un odio così grande da non lasciare spazio a nessun altro sentimento. Sono tutte donne di una stessa famiglia che ha avuto origine con Inaiá, figlia di un guerriero tupiniquim, nata nel giorno in cui i portoghesi misero piede per la prima volta in Brasile, ed è proseguita con Tebereté, Sahy, Filipa, fino ad arrivare a Maria Flor, nata nel 1968.

Maria José Silveira tiene insieme le voci delle protagoniste costruendo un albero genealogico solo femminile in cui si susseguono i ritratti di venti donne che si passano il testimone di madre in figlia: le loro diverse personalità, il dolore, la bellezza, la forza che dimostrano portano in sé la traccia della regione dove hanno vissuto, delle persone che hanno incontrato, della storia che hanno attraversato – quella di un paese in formazione di cui hanno incarnato i cambiamenti più profondi. È una danza variopinta e vorticosa quella che ci cattura facendo entrare in scena, una dopo l’altra, Guilhermina, che ha lottato contro un giaguaro, Ana de Pádua, proprietaria di schiavi e bestiame, Diva Felícia, fotografa e viaggiatrice, Lígia, attivista politica…

Ed è una vera e propria vertigine quella che si prova quando alla fine, leggendo la storia di Maria Flor, si riconoscono i semi delle vite che l’hanno preceduta e, osservandola, si ha l’impressione di cogliere con uno sguardo i cinquecento anni di storia passati. Ma questo, in fondo, non fa che riportarci alle radici che tutti noi abbiamo dentro ma spesso ci dimentichiamo di avere.

Maria José Silveira (1947) è una scrittrice e traduttrice brasiliana. Si è laureata in Antropologia e ha conseguito un master in Scienze politiche all'Università di San Paolo. La madre della madre di sua madre e le sue figlie è uscito per la prima volta nel 2002 riscuotendo un grandissimo successo e ricevendo numerosi riconoscimenti. Dopo la pubblicazione negli Stati Uniti nel 2017, verrà riedito nel corso del 2018 anche in Brasile.

[amazon_link asins='880470215X' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='23b5b4eb-7e7e-11e8-9ef0-91249a9bb07a']abc

La città degli orsi di Fredrik Backman

 

Dal 3 luglio in libreria

Esce oggi in libreria La città degli orsi, il nuovo romanzo di Fredrik Backman, edito Mondadori. Con questo romanzo animato da un’intensa forza drammatica, Fredrik Backman abbandona i toni ironici dei suoi esordi e racconta una storia dove la solidarietà e l’amore combattono con l’ambizione e l’agonismo, una storia che a ogni pagina obbliga il lettore a chiedersi: Cosa farei se mi trovassi in questa situazione?

“È l’inizio di marzo a Björnstad e non è ancora successo niente. È venerdì e tutti sono in attesa. Domani la squadra juniores del Björnstad Hockey giocherà la semifinale del massimo campionato nazionale giovanile. Quanto può essere importante?”

Molto importante, decisivo. Perché Björnstad, la Città degli Orsi, è così piccola e sperduta in mezzo ai boschi che, se non fosse per il suo enorme lago ghiacciato capace di attirare la gioventù dei dintorni, sarebbe un luogo dimenticato da tutti. Ora gli abitanti stanno con il fiato sospeso in vista della semifinale, le speranze e i sogni sono sulle spalle di un gruppo di adolescenti. Una responsabilità enorme, anche troppo.

Nel momento di massima tensione le cose precipitano nel peggiore dei modi. La piccola comunità deve affrontare qualcosa di inaudito: una ragazzina è messa con le spalle al muro, l’eroe dell’hockey è accusato di una colpa orribile, il paese intero si scaglia compatto contro una famiglia. All’improvviso, la grande speranza che ha unito gli abitanti della Città degli Orsi si incrina lasciando emergere segreti e rivalità, in una corsa contro il tempo verso un fucile a due canne puntato contro una persona.

[amazon_link asins='8804687746,B00N3EL8ZQ,B06ZZQ1C54,B01KUFMH0K' template='ProductCarousel' store='leggacolo-21' marketplace='IT' link_id='43b65fc1-7e7c-11e8-98c1-6f485371ad94']abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!