Categoria: boom me

Recensione di Quando amavamo Hemingway di Naomi Wood

In Quando amavamo Hemingway quattro donne che si contendono lo stesso uomo, il famoso scrittore Ernest Hemingway, e il titolo di Signora Hemingway.

Hadley, prima moglie di Ernest, passa con lui gli anni della giovinezza e del poco successo letterario. Ernest e Hadley si trasferiscono a Parigi negli anni ‘20 e frequentano spesso coppie miliardarie e conosciute negli ambienti letterari. Hadley è una donna dolce, premurosa e attenta al ruolo di madre che senza rendersene conto rovinerà il proprio matrimonio.

Pauline Pfeiffer, Fife, è una redattrice di moda di Vogue che passa molto tempo in casa Hemingway e che, senza volerlo, si innamora di Ernest. Non sarà un amore semplice perché vissuto segretamente. Hadley concede il divorzio a Ernest dopo essersi accorta dell'infedeltà del marito durante una vacanza in Antibes. Il matrimonio con Fife è appassionante e insieme avranno due figli. La carriera di Ernest sarà sempre più in ascesa e Fife lo aiuterà leggendo i suoi romanzi e curandone i dettagli. L'ha sempre sostenuto ma negli ultimi periodi del matrimonio si è sentita invisibile. Non sentiva più l'amore del suo Nesto. Rivive tutto quello che un tempo ha fatto vivere a Hadley, ma Fife cercherà in tutti i modi di tenerlo a sé, inutilmente.

Martha Gellhorn, scrittrice con cui Ernest aveva lavorato tempo prima, è una donna anticonvenzionale. Una donna che non vuole sposarsi ma che preferisce la propria indipendenza all'amore. A Martha non piace il modo di amare di Ernest e il suo aver sempre bisogno di una donna accanto. Martha diventa una delle più grandi corrispondenti di guerra del ventesimo secolo ed Ernest riesce a liberare il Ritz o la Shakespear & Co. Durante tutto il periodo tra i due le cose cambiano e Martha inizia a capire che tra loro qualcosa si è rotto. Ernest ha seri problemi, beve e cade in una voragine di emozioni negative. Tutto questo la allontana. Mary, la sua ultima moglie, sopporterà i suoi sbalzi d'umore e gli resterà accanto fino alla fine.

Quattro donne diverse tra loro, amori puri e veri. Attraverso il racconto di Quando amavamo Hemingway si riescono a comprendere i punti deboli dello scrittore. Un uomo che ha amato, ci ha messo passione e sentimento. Nonostante questi amori, Ernest Hemingway non è riuscito a superare il suo dolore che lo ha portato alla morte.

Un post condiviso da Leggere a Colori (@leggereacolori) in data:

Approfondimento

Quando amavamo Hemingway è un libro commovente, emozionante e ben scritto. Leggerlo è stato come vivere le loro vite e farne parte. Si prova la stessa rabbia e delusione delle mogli tradite. Una lettura scorrevole che incuriosisce. Non è una biografia ma la storia di amori che passano, lasciano il segno e rendono forti.

Non conoscendo i retroscena della vita dello scrittore, grazie a Quando amavamo Hemingway mi sono resa conto di quanto l'ego di quest'uomo sia stato più importante di tutto. Il suo voler sempre essere al centro di tutto l'ha poi portato a deprimersi e a sentirsi snobbato da alcuni critici.

Patù

abc
INSTAGRAM
In lettura...
Un nuovo libro al giorno sui social: seguici!