Un po’ di risposte
STAI LEGGENDO:

Un po’ di risposte

Un po’ di risposte

Leggo, racconto e scrivo libri anche fuori dal www. Con l'amore per le parole ho fondato e dirigo Leggere a Colori.

  1. Lia

    4 ottobre

    ti capisco benissimo quando dici di non poter far a meno di scrivere…quando scrivi è come se pescassi dalla parte più profonda di te, è come se esorcizzassi tutti i tuoi sentimenti; è un modo per leggere di noi stessi e trasformare le nostre emozioni in fiumi di parole che non tutti però sono in grado di capire o almeno di apprezzare, scrivere ti svuota; attraverso ciò ke si scrive chi legge ti riconosce, o riconosce un tuo tratto, qualke tratto della tua personalità… per cui continua a scrivere, tu che sei bravo e ne hai ogni capacità…a questo punto il consiglio sarebbe di restare sempre con i piedi per terra e concentrarti sempre sulle cose di PRINCIPALE importanza…ma nel tuo caso, da ciò ke vedo non mi appari come un ragazzo montato o ke sogna in modo eccessivo… per cui ke dirti…BRAVO!

  2. - ҒĀβÌỂTŢÓ

    24 agosto

    Uellaaa…non ti perdi niente! Comunque non è che ho fatto successo (e forse è anche meglio). Mi son tolto solo qualche soddisfazione..hanno detto che posso fare bene..ma io..non lo faccio perchè mi piace fare quel che dico io quando mi pare…quindi..nisba..sai com’è…ho ancora i cassetti pieni di roba da finire..per il libro se ti piacciono le poesie d’amore ti consiglio ASSOLUTAMENTE l’ultimo (che però vendo solo io no librerie), se ti vuoi leggere un romanzo non impegnativo trovi su internet "senza sottile dispiacere"…hasta

  3. fabio

    24 agosto

    Fabietto, io non ho mai letto nulla di tuo, ma sono molto curioso… Visto che sei al libro numero 3 dimmi da quale iniziare, quello che secondo te può essere il meglio indicato per addentrarmi nel tuo lavoro…  PS: non sapevo del tuo successo, stra complimentoni!!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
In lettura...
Seguici anche su...